Recensione: Biblion di Merilù Lanziani

Foto di Morgan’s Stories

Vi presento questo fantastico e avvincente libro che mi ha ispirata particolarmente: Biblion, di Merilù Lanziani.

La storia è molto particolare e  molto particolare e appena lo ho ricevuto sono rimasta subito affascinata anche dalla copertina, dove i #libri e i colori ci fanno subito vivere una certa magia (infatti l’artista che la ha realizzata adesso lavora per #netflix 😲).

Ma la cosa più affascinante di questa opera è proprio la trama: e se alla fine della propria esistenza ci fosse una seconda possibilità? La possibilità di divenire detentore dei destini altrui, divenendo un Esordiente di #Biblion, la #biblioteca universale dove si designano i destini degli esseri umani, e quindi uno degli scrittori delle vite di coloro che stanno per nascere sulla Terra, affiancando l’Ingogobbito, il dio-scrittore che in primis controlla i destini dell’intera umanità?!
Ganzo eh?! Specialmente per chi ama i libri e la #scrittura.
📚📚📚
Un libro intrigante, introspettivo e a volte anche cupo, che può far riflettere su come alcune piccole azioni della nostra vita possano poi determinare quella degli altri, come ogni nostre decisione influenzi il dato altrui.
Personalmente sono rimasta molto colpita da questi temi, e ho amato la descrizione della protagonista disegnata da Merilù che ad alcuni potrebbe risultare quasi antipatica ma per cui io simpatizzo particolarmente 😏😉.

Inoltre ho trovato il libro scritto anche molto bene, in modo coinvolgente e studiato, essendo Merilù, oltre che una scrittrice, una Editor professionista.
Vi invito a scoprirne di più personalmente, su questo affascinante libro che potrete trovare su Amazon a questo link:

Biblion su Amazon – Link di acquisto


Inoltre questa trama sarebbe adattissima per una trasposizione cinematografica, o comunque per una magnifica e avvincente serie tv!
Voi che ne pensate?
📚
Ce la Vedreste una serie #netflix o #amazonprimevideo ?!
📚
Io sì!
🎁

Fatecelo sapere nei commenti!!!

Morgan

La Luce del Caduto

Titolo: La luce del Caduto

Autore: Antonio Cinti

Casa Editrice: Linee Infinite Edizioni

Ho terminato oggi la lettura e devo dire di esserne rimasto molto entusiasta.
Il libro risulta scorrevole e molto piacevole .

L’ambientazione è realistica e tratta di temi odierni come droga, mafia e corruzione. Gli elementi fantasy del libro sono conferiti dai poteri soprannaturali dei protagonisti. Questi sono ben delineati e con una psiche precisa, secondo la quale vengono fatti agire. La vicenda inizia con una ragazza che ha perso la memoria e di cui scopriremo il nome durante la storia ( e pertanto non lo rivelo, se lo volete sapere, dovrete leggerlo ) che si ritrova in una casa sconosciuta, e dove viene accolta da un cane,Maine, della razza Husky, che ritroviamo sul retro della copertina. Se dovessi scegliere un personaggio preferito ( cosa difficile perché me ne sono piaciuti molti) sarebbe quest’ultimo ( forse anche perché adoro i cani e l’ho trovata una bella idea per un personaggio ). Qui fa la conoscenza con un giovane, dotato di poteri sovrannaturali, che cerca di portare giustizia. L’autore è stato molto bravo a combinare fantasy e thriller in una vicenda che fin dal principio è capace di tenere il lettore incollato alle pagine. Un romanzo che sicuramente consiglio a tutti gli amanti del genere e non.