Recensione Blog Tour – Le Cronache di Alaster I : Drago

Il libro è Acquistabile in ogni libreria e store online, qui vi riporto i maggiori.

Ciao a tutti! Ebbene siamo giunti alla fine di questo fantastico ed enorme evento Blog Tour organizzato da @Morganstr1200 ( Morgan Storie’s ), la quale ringrazio assieme all’autore per avermi coinvolto.

Trama

Sono passati secoli dalla terrificante guerra contro il Vuoto. I Draghi hanno abbandonato i mortali a loro stessi e qualsiasi forma di magia spontanea sembra quasi scomparsa del tutto. Ciò che ne è rimasto sono dissapori tra le diverse razze: gli elfi si sono isolati nella loro foresta da tempo, e i nani, decimati da sanguinose guerre, restano rintanati nei loro domini. Gli umani e le mezze razze si sono spartiti il resto. E’ in questo scenario che il destino di Alaster, un giovane mercenario, si intreccia con quelli del mezz’uomo Marcel e della Maga Myra durante la ricerca del preziosissimo Occhio del Drago, portandolo al risveglio di un antico potere sopito dentro di lui e alla sbalorditiva coscienza delle sue misteriose origini. Leonardo Tomer ci accompagna attraverso i luoghi incantati di Jordin, abitati da creature leggendarie, dove spesso i personaggi si troveranno coinvolti in duelli estremi.

RECENSIONE

Fin dalla fantastica copertina questo libro promette di trascinare il lettore in una spirale fantastica, tra Draghi, Orchi, Elfi, e magia. Questa promessa viene mantenuta già dalle prime pagine, dove ci troviamo coinvolti con i primi due protagonisti Alaster e Marcel e qualche capitolo dopo possiamo trovare la terza protagonista della saga, la Maga Myra.

L’ambientazione è molto curata e niente viene lasciata al caso.

Ho apprezzato molto la presenza iniziale della mappa del mondo, Jordin, e delle immagini che sono state inserite in modo strategico in alcuni capitoli, che aiutano a calarsi in questa magnifica ambientazione. Ho apprezzato ancora di più il fatto che copertina, mappa e disegni sia stati prodotti dall’autore stesso.

L’edizione del libro quindi si configura molto curata e assolutamente imperdibile

Il libro è scritto molto bene e l’autore utilizza un linguaggio semplice ed immediato, capace di coinvolgere il lettore. Questo permette anche alla ricchezza delle descrizioni di non pesare sulla lettura e sulla storia, contribuendo a costruire nell’immaginario l’ambiente nel quale si svolge la scena.

Ho adorato la parte riguardante i duelli, uno degli argomenti che adoro maggiormente nei fantasy, e che spesso vengono messi in secondo piano. La passione e la conoscenza della materia dell’autore, che come possiamo leggere dalla nota biografica è anche Maestro di Scherma sportiva, gli permette di descrivere e far vivere al lettore emozionanti duelli come se si stessero vivendo in prima persona.

Il libro si configura come primo volume di una trilogia, che non vedo l’ora di poter terminare, visto che rimane con il finale aperto. L’autore stesso mi ha rivelato di essere già all’opera del secondo.

Il libro complessivamente è imperdibile pertanto mi sento di dare come valutazione 5/5

Lo consiglio vivamente a tutti gli appassionati del genere fantasy e di avventura, dai più piccoli ai più grandi.

Recensione : Le Memorie di Dante Bastille

Titolo: Le Memorie di Dante Bastille

Autore: Marco Fichera

Editore: Collana Nhope

Genere: Fantascienza, Noir, Cyberpunk

Pagine: 378 pagine

TRAMA

Dante ha imparato da tempo a convivere con la violenza che permea nel Blocco Sud, il luogo ideale dove dimenticare e farsi dimenticare, e recente traguardo nella colonizzazione di un Pianeta Rosso oramai fagocitato da multinazionali. L’amena vita all’interno delle Colonie trascorre noiosa finché Daniel, il ragazzo con cui condivide l’unità abitativa, perde la vita in seguito a una banale rissa. In punto di morte questi gli consegna una FemtoSD, scheda di memoria contenente la registrazione in soggettiva delle ultime ore di vita di uno sconosciuto, ucciso da una delle persone più importanti ed in vista della società.

Braccato, Dante si troverà improvvisamente costretto a fuggire, ma non è facile passare inosservati in una società in cui la legge impone il possesso di un device costantemente connesso.

Aiutato da qualcuno, osteggiato da molti, Dante cercherà il modo di tornare sul suo pianeta nativo, aprendosi una via con le maniere forti tra accaniti inseguitori, forze dell’ordine, una burocrazia maledettamente farraginosa e una tecnologia sempre più ostile.

I pochi indizi forniti dalle registrazioni di memoria criptate saranno la sua sola bussola nell’intricato percorso che lo vedrà costretto a vestire i panni dell’antieroe, svelando così ai suoi occhi le numerose sfaccettature prese dalla società durante la sua assenza.

Recensione

Ciao a tutti!

Oggi vi parlerò di un libro che ha suscitato molto il mio interesse; Le Memorie di Dante Bastille. Come avrete letto dalla Trama si tratta di un libro del genere Cyberpunk, un genere che a me piace molto e che trovo molto intrigante. Il libro ne presenta tutte le caratteristiche, a partire dalla copertina, disegnata dallo stesso autore che di lavoro fa il grafico. Il neon rosa e azzurro, la città metropolitana, ricorda da subito il Cyberpunk, anticipandoci la trama.

Il libro è scritto molto bene e la lettura risulta molto scorrevole e piacevole. La storia ricca e capace di tenere il lettore incollato alle pagine. Ho trovato anche molto ben descritta la parte dei combattimenti.

L’ambientazione è efficace, ben delineata e si colloca in un futuro nemmeno troppo lontano dal nostro. Si tratta di una ipotetica società di influsso Cino-americana, come nelle migliori saghe Cyberpunk o futuristiche.

Comincia direttamente in medias res , con uno scontro dove ci vengono mostrate le abilità combattive del protagonista. Questo non è il solito ” eroe ” dei libri di fantascienza oppure avventura, bello, giovane…. ma un uomo semplice di mezz’età, con un passato misterioso, che lavora come operaio nella colonia.

Quando incrociò il riflesso dei propri occhi allo specchio, nel cubicolo sanitario della propria unità abitativa, distolse lo sguardo. Non lo sostenne. Le rughe attorno agli occhi erano il più profondo marchio lasciato dai cinquanta e rotti anni che avevano investito la sua vita. I capelli sarebbero stati ormai bianchi, se solo avesse permesso loro di crescere, radendosi regolarmente e lasciando che la pelle del cranio divenisse una scura calotta di cuoio. Era riuscito a mantenere un fisico tonico grazie ad una routine di esercizi quotidiani atti in primis a mantenere l’elasticità dei tendini, ed in secondo luogo ad avere sufficiente fiato da poter tenere testa ai più giovani….

Uno dei punti forti, oltre la storia si intende, è sicuramente la grafica. Oltre la copertina , la cosa che personalmente ho adorato sono le pagine ” Criptate ” dove alcune righe sono illeggibili essendo i dati corrotti; cosa che avevo pensato durante la lettura e che è stata confermata durante la recente intervista su instagram da parte del Labronicon e che ho seguito volentieri.

immagine tratta dal libro

Le ultime pagine del libro sono dedicate ad un glossario. Il libro presenta infatti molti termini informatici che per chi non li conosce potrebbero sembrare astrusi. Questo glossario arriva in soccorso spiegandone di cosa si tratta, rendendo quindi molto comprensibile anche a chi non è del genere.

Il libro inoltre è suddiviso in otto parti che si configurano come elementi nella tradizione orientale Bagua : Fuoco, Terra ,Lago, Cielo, acqua , montagna , tuono , cielo, ai quali si rifanno le varie sezioni.

screenshot dal sito dell’autore dantebastille.it

Per terminare , la mia impressione è che tutti gli elementi del libro siano ben amalgamati alla storia, concorrendo alla creazione di uno stile leggero e affascinante che non delude il lettore, ma che invece si trova spinto a volerne continuare la lettura. Un libro che sicuramente sarà apprezzato dagli amanti del genere avventuroso, Cyberpunk e fantascientifico, che porta anche una profonda riflessione sul nostro stile di vita e sulla società del Social-network.

Che dite?? Vi ha incuriosito?

Se volete saperne di più potete trovare tutte le informazioni al sito www.dantebastille.it , nel quale potrete trovare anche una serie di colonne sonore scelte dall’autore per accompagnare la lettura!!!

Tappa Blog Tour: La Magia

Le Cronache di Alaster I : Drago

booktrailer

Ebbene eccoci qui con la nostra tappa sulla Magia. Come ben possiamo immaginarci questa è una parte molto importante del libro, che ne fa da protagonista tanto quanto i Draghi.

All’interno del libro troveremo varie forme di magia. Posso affermare, a seguito della lettura, che l’autore , Leonardo Tomer, è stato molto bravo a spiegarne le differenza tra le tipologie inserite.

Innanzi tutto ne esistono di due tipologie: La magia spontanea che come ci viene preannunciato dalla sinossi stessa è quasi del tutto scomparsa e la magia ” appresa “ quella più comune e appannaggio della Scuola di Magia, che ne detiene il Sapere e che sceglie chi può apprenderla.

La Magia Spontanea si presenta sotto diverse forme, e per ora ne ritroviamo due ; quella degli stregoni oramai scomparsi o quasi , che si basa sulla volontà e sull’immaginazione e quella degli Elfi , che a detta dell’autore definisce Druidica, e che si basa sul controllare le energie della natura.

La Magia Studiata invece, come detto in precedenza, viene appresa alla Scuola di Magia. Questa si basa sull’utilizzare il potere degli elementi tramite formule magiche , che però non hanno effetto se chi le pronuncia non ha un grimorio, oggetto magico essenziale a tal fine e che rende il mago tale. Come spiegato nel libro, durante l’adolescenza i cittadini vengono testati dalla scuola, la quale fa una selezione, dei più talentuosi che potranno avere accesso alla Scuola, dove si vedranno legati al grimorio. La Scuola però svolge anche un ruolo strategico nella geo- politica di Jordin, il mondo in cui si svolge. Di fatti non solo viene sovvenzionata da Regni ed Impero, ma a differenza dei normali cittadini che vengono scartati, ammette sempre tra le sue fila i secondi geniti dei nobili, dotati o meno, i quali fanno rinuncia di titolo e casta per diventare un Mago.

Troviamo anche una sotto-categoria di maghi che sono i Guaritori, persone che hanno una alta affinità con gli incantesimi di guarigione, ma che riescono a malapena a lanciare altri incantesimi, anche i più semplici. Per questo vengono spesso mal visti dai maghi che li considerano come una parte a se stante della Scuola , emarginandoli.

A detta dell’autore nel secondo libro, attualmente in scrittura, verranno approfonditi anche gli aspetti della magia.

Non vi perdete le tappe seguenti del Blog!!!!

Domani 12/10/20 la tappa di Vivo Attraverso i Libri.

Le Cronache di Alaster I : DRAGO

Le Cronache di Alaster: Drago – Blogtour

Cari lettori,

Buongiorno e benvenuti in un mondo fantastico fatto di fuoco, fiamme, amicizia, crescita, duelli, luoghi straordinari e magici e…DRAGHI!!!

Oggi, Lunedì 28 Settembre, inizierà un viaggio carico di avventura alla scoperta di Jordin, dove le Blogger partecipanti ci guideranno con entusiasmo per lande inesplorate, tortuosi labirinti, ed eventi epici, narrandoci i punti salienti di questo romanzo, che sicuramente ci stupiranno e faranno venir voglia di scoprire sempre di più di questo fantastico mondo.

L’evento ci terrà compagnia fino al 20 Novembre, e avrete tutto il tempo di innamorarvi di questa storia, di cui potete leggere tutte le tappe di seguito.

Quindi, non mi resta che augurarvi buona lettura, o meglio, buon viaggio! 😉

Tenetevi forte, questo magnifico e mastodontico evento sta per prendere il volo!!

Il sigillo delle cento chiavi

Titolo: il sigillo delle cento chiavi
AutoreDaniela Tresconi
Editore : Panesi Edizioni
Pagine: 130


Il Libro é scritto molto bene, e scorre in maniera molto fluida.

Le vicende si sviluppano nel tempo. Un viaggio ed un mistero che perdura per oltre 400 anni.
Inizia con due frati nel Golfo Di Spezia, nel 1500, fino ad arrivare ai giorni nostri a Francoforte, Germania
Una storia affascinate tra fede e magia, costruita in un contorno storico ben studiato ed organizzato.
Molto belle anche le immagini e i disegni inseriti .

🔔🔔CANDIDATO AL PREMIO laAv 2020 🔔🔔

Soleana

Titolo: Soleana

Autore: Naomi Sciortino,Alessia Maiorano

Sfinita, Coraggiosa, Incredula.Questi erano gli aggettivi che meglio descrivevano ciò che stava provando Ailea in quel momento. Aprì gli occhi, rimase colpita dalla visione che aveva davanti a sé. C’era polvere ovunque, nessuno riusciva a vedere o sentire se i propri compagni fossero ancora vivi. Ma Ailea continuava a sperare. Tutto era devastato, distrutto. Ogni minima cosa intorno a lei era in macerie. Ma lei era ancora in grado di poter combattere per salvare la vita delle persone a lei care. Si rialzò più forte di prima. Ed era pronta a sacrificare la sua vita per il bene del suo mondo.

Queste sono poche frasi di questo accattivante Urban Fantasy Distopico.
Quattro protagonisti legati dal passato e da poteri sovrannaturali si uniranno per salvare Soleana da coloro che li vorrebbero vedere schiavi e rilegati alla semplice funzione di armi.
Il libro è stato scritto a quattro mani da Naomi Sciortino e Alessia Maiorano, cosa non facile dato che ognuno di noi ha il proprio stile di scrittura.
Le autrici invece sono riuscite a fondere i loro stili in maniera ottimale tanto da non capire chi ha scritto cosa.
L’ambientazione distopica è descritta bene risultando molto accattivante.
La storia risulta definita e lineare, creando una lettura scorrevole e piacevole.
Una lettura che consigliere agli amanti del genere distopico, ma anche a chi vorrebbe tentare di cimentarsi nel genere.

La Luce del Caduto

Titolo: La luce del Caduto

Autore: Antonio Cinti

Casa Editrice: Linee Infinite Edizioni

Ho terminato oggi la lettura e devo dire di esserne rimasto molto entusiasta.
Il libro risulta scorrevole e molto piacevole .

L’ambientazione è realistica e tratta di temi odierni come droga, mafia e corruzione. Gli elementi fantasy del libro sono conferiti dai poteri soprannaturali dei protagonisti. Questi sono ben delineati e con una psiche precisa, secondo la quale vengono fatti agire. La vicenda inizia con una ragazza che ha perso la memoria e di cui scopriremo il nome durante la storia ( e pertanto non lo rivelo, se lo volete sapere, dovrete leggerlo ) che si ritrova in una casa sconosciuta, e dove viene accolta da un cane,Maine, della razza Husky, che ritroviamo sul retro della copertina. Se dovessi scegliere un personaggio preferito ( cosa difficile perché me ne sono piaciuti molti) sarebbe quest’ultimo ( forse anche perché adoro i cani e l’ho trovata una bella idea per un personaggio ). Qui fa la conoscenza con un giovane, dotato di poteri sovrannaturali, che cerca di portare giustizia. L’autore è stato molto bravo a combinare fantasy e thriller in una vicenda che fin dal principio è capace di tenere il lettore incollato alle pagine. Un romanzo che sicuramente consiglio a tutti gli amanti del genere e non.

Storia Improbabile di un Nerd

Titolo : Storia improbabile di un Nerd

Autore :Elia Migliozzi

Editore: Gruppo Albatros il Filo,2019

Pagine: 576

TRAMA:

Ryan è un nerd incallito, uno studente svogliato di Medicina e chirurgia e un appassionato di videogiochi. Da ormai molti anni ogni notte sogna sempre la stessa donna, una ragazza triste ma allo stesso tempo speranzosa, il suo nome è Aesdeth. E quando il sogno diviene realtà, la sua vita cambia davvero. Tra angeli e demoni inizia un viaggio avventuroso dove niente è come sembra. Un romanzo visionario e con una gran verve ironica, con l’eterna lotta tra bene e male e la loro inscindibilità, il concetto di personalità che nega la natura di un essere (“Non per forza un demone è cattivo e un angelo buono: è parlando con loro e ascoltandoli che si rivelano veramente per quello che sono”), il salto nel vuoto spinti solo dall’amore, ne fanno un’opera godibile e brillante.

RECENSIONE:

Avvincente ed Ironico.

Due termini con cui potremmo definire questo libro. Ho terminato da poco la lettura e sono rimasto entusiasta e sorpreso. L’ambientazione rappresenta sicuramente un grosso fattore positivo del libro. Nella trama possiamo leggere di angeli e demoni ma questa non è altro che una parte, l’autore è stato molto bravo ad intrecciare miti e religioni differenti in un multiverso nascosto agli umani. Angeli, demoni ma anche Oni , Kami e Dei dell’Olimpo… Si mescolano e combattono in questa fantastica ambientazione, dove si trova coinvolto il nostro protagonista, Ryan. Un umano. Un nerd. Un ragazzo universitario come potrebbero essere molti, che in un giorno improbabile si troverà catapultato in un mondo nascosto e pieno di mistero, dove il bene e il male si mescolano e si scambiano mettendo alla prova le proprie convinzioni.

La trama non risulta affatto scontata e ci riserva anche molti colpi di scena. Il libro è scritto molto bene e scorre in maniera piacevole riuscendo a mantenere il lettore sulle pagine.

Un libro che sicuramente coniglio di leggere a tutti, appassionati e non del genere.

Morgan e l’orologio senza Tempo

La magia all’interno del romanzo

Benvenuti a questa quarta tappa del blogtour, dove verrà esaminata la magia all’interno del romanzo.

Sin dal primo capitolo veniamo in contatto con la magia anche se in forma misteriosa. Questa, in modo più o meno esplicito, domina tutto il romanzo, cosa che la differenzia da un classico romanzo d’avventura sui pirati. Possiamo notare che si presenta sotto differenti forme, quella classica del mago, praticata dai Magius ( come sono soliti definirsi) che lancia incantesimi tramite formule magiche e studio assiduo ed una più arcana e misteriosa e ,apparentemente, scomparsa. Quest’ultima infatti tende al mito e alle leggende e viene praticata da coloro che vengono definiti gli Eletti. La differenza tra le due tipologie risulta netta. Quella praticata dai Magius è una sorta di creazione, che sfrutta il potere degli elementi della natura tramite il verbo, sono le parole stesse ad infondere potenza negli incantesimi. La magia degli eletti invece si trova su tutt’altro livello, è un qualcosa di primordiale ed istintivo creato da e per conto della volontà del personaggio che la usa, sfruttando tutto il suo essere comprese le sue emozioni. Grazie a questo potere è stato creato l’orologio senza tempo…un cimelio capace di alterare lo spazio-tempo, nel quale si trova infuso tramite magia le emozioni, le speranze e i desideri del suo creatore che ne alimenta gli ingranaggi.

Ma la magia non finisce qua… come detto precedentemente la differenza del potenziale delle due forme è netta, ma non lo è la capacità di usarla. Come potremo vedere, verremo a conoscenza di modi in cui la magia degli eletti verrà usata sfruttando antichi rituali anche da coloro che inizialmente non lo erano, elevandosi a questo status. Ciò prova che, per quanto differenti, le varie forme sono collegate e la differenza è data dalla forza di volontà della persona.

E’ la volontà dunque che domina questo magico mondo.

Inizio Blogtour: Morgan e l’orologio senza tempo

Buongiorno cari lettori,

e benvenuti in questo magico evento, il blogtour del romanzo“Morgan e l’orologio senza tempo” , edito dalla Casa Editrice Albatros, che ci accompagnerà dal 1 di questo mese, fino al 27, facendoci conoscere un mondo nuovo e accattivante, dove vivere mille avventure con la piratessa Morgan e la sua nave, la Queen Morgan, appunto.

Il libro, che si colloca nella narrativa fantasy, assume anche toni steampunk e pirateschi in un connubio effervescente e nuovo, perciò se siete appassionati di questi generi, non fatevi sfuggire le tappe di questo evento, che vi sorprenderanno e vi riveleranno tante curiosità e retroscena su questo romanzo.

Di seguito, il calendario con le varie tappe:

Mi raccomando, non perdetevi questo meraviglioso evento!!!